© Gianni Corrado | 8460 Contattami se sei interessato alle immagini contenute in questo sito.

Book Online

* Please Fill Required Fields *
About Me
Gianni Corrado
Featured Video

Pittore della bellezza in rosso e nero

note critiche / No Comment / 15 Novembre 2013

Gianni Corrado dalla laurea in architettura ha assimilato la perfezione della forma, del segno e la sintesi.
Sui banchi della Scuola Media Statale “G. Mercalli” s’imponeva sugli altri per l’abilità creativa e nelle tecniche grafiche pittoriche, per cui ha scelto di essere pittore, allestendo personali, partecipando a collettive ed a rassegne nazionali.

Negli anni Novanta ha dipinto ragazze vestite all’ultima moda, tatuate e in bianco e nero. Dopo ha raffigurato giovani donne nude e belle come modelle, a mezza figura o soffermandosi sul volto, con un disegno perfetto ed un colore a velo spruzzato col nero neutro e il rosso, simboli di morte e di passione. Stendhal scrisse un romanzo “Il rosso e il nero”.

Sarebbe sbagliato considerare la pittura di Corrado neoclassica perché l’artista neoclassico preferiva le figure della mitologia e della storia, il ritratto con una bellezza glaciale ed un colore naturalistico con un armonioso accordo tonale. Le donne di Corrado esprimono emozioni, una raffinata sensualità o un sottile erotismo come la donna di profilo che tende la lingua al sottile tacco di una scarpa. Una delle donne ha tappata la bocca, ridotta al silenzio dall’uomo violento o per non respirare i veleni d’una aria inquinata. I nudi sono attraversati da “pennellate” nere ondulanti, circolari o geometriche, per evidenziare interne strutture anatomiche.

Le donne di Corrado sono del terzo millennio, diverse da quelle dipinte nel passato. Sono inconfondibili: il giovane artista è personale ed esalta una bellezza dimenticata dall’arte contemporanea.
Dostoevskij ne “I demoni” scrisse: “La bellezza salverà il mondo”.

Pasqualino Colacitti
novembre 2013

Comments are closed.